Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Uomini e donne percepiscono il dolore in modo diverso

31 Ago 2015

Uomini e donne percepiscono il dolore in modo diverso

Il sistema attraverso cui uomini e donne avvertono gli stimoli, compresi quelli dolorosi, è differente. La scoperta potrebbe aprire la strada allo sviluppo di farmaci antidolorifici mirati a seconda del sesso. Ad affermarlo i ricercatori della McGill University di Montreal (Canada), autori di uno studio recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Neuroscience. Da tempo la ricerca ha dimostrato che gli uomini e le donne hanno una sensibilità diversa al dolore. Queste ultime soffrono maggiormente di dolore cronico. Nonostante tale differenza, gli scienziati hanno sempre pensato che nei due sessi il meccanismo con cui lo stimolo doloroso arriva al cervello fosse identico. Una convinzione che in realtà si è rivelata errata. Per arrivare a questo risultato gli scienziati della McGill University hanno esaminato la risposta cellulare al dolore in due gruppi di topi suddivisi per sesso. Dalle analisi è emerso che nei maschi, agendo farmacologicamente con un antidolorifico sulle cellule della microglia, era possibile spegnere l’infiammazione e la percezione del dolore. Al contrario nelle femmine, pur agendo sullo stesso bersaglio, il sintomo doloroso persisteva. Il risultato costringe ora i ricercatori a ripensare la lotta al dolore. Topi e umani possiedono un sistema nervoso molto simile. Capire le vie attraverso cui il dolore si propaga nei due sessi è assolutamente essenziale nella progettazione dei farmaci antidolorifici di nuova generazione.I risultati ottenuti dagli scienziati canadesi aprono ora interessanti scenari anche nella ricerca di base. Questa scoperta, infatti, conferma ancora una volta l’importanza di effettuare test clinici e pre-clinici che vedano protagonisti i due sessi. Un’indicazione, sposata dal National Institutes of Health statunitense, più che mai necessaria alla luce delle differenze biologiche.

Fonte: http://www.lastampa.it/2015/06/30/scienza/benessere/uomini-e-donne-diversi-anche-nel-dolore-Yq62wDsKiLwWRMFbat1nnO/pagina.html