Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Terapia del dolore : Povera ITALIA

26 Apr 2016

Terapia del dolore : Povera ITALIA

Venerdi u.s ho partecipato alla conferenza stampa dal titolo Pain in Italy: Indagine sull’ impatto e la gestione del dolore cronico in Italia .Sono stati presentati i dati raccolti su un campione di oltre 2000 cittadini del movimento consumatori rappresentato dall’ Avvocato Alessandro Mostaccio, segretario Generale dell’ Associazione.Personalmente ho presentato alcuni studi recentissimi tra cui quello che descrivo di seguito. Pubblicato pochi giorni fa su Lancet (Berterame et al, Lancet 2016; 387: 1644–56), rivista paragonabile alla Bibbia dell’ informazione scientifica, questo articolo presenta la situazione sul consumo di oppioidi nel mondo.Il paragone riguarda il decennio che va dal 2003 al 2013. Nonostante la legge 38, che resta sulla carta il miglior contributo allo sviluppo di una corretta cultura contro il dolore, i dati sono a dir poco allarmanti. : l’ Italia supera di poco le 3.900 dosi definite giornaliere per milioni di abitanti, contro le oltre 23.000 della Germania, le 20.000 dell’ Austria e le 9.000 della Spagna.
Inoltre l’ aumento dell’ uso negli ultimi 10 anni in Italia è inferiore a quello della maggior parte dei paesi ( dove la legge non esiste ).Auspico che le autorità regolatorie, i Professori Universitari e tutti gli attori coinvolti a più livelli nelle problematiche della salute dei cittadini( Ministero, Medici di Medicina Generale, Specialisti …) considerino questi dati con la giusta e serena attenzione invece di creare allarmismi inutili, divulgando linee guida americane che sono state fatte perchè lì ( negli USA ) il consumo di oppioidi è oltre 43.800ddd/milione .Ovvero il 1110% in più che in Italia che purtroppo resta maglia nera a tutti gli effetti. In allegato alcune diapositive.Lancet Marzo2016