Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Morfina prodotta dal lievito ogm: verso gli oppioidi biotech

22 Set 2014

Morfina prodotta dal lievito ogm: verso gli oppioidi biotech

In un futuro prossimo potrebbe essere possibile riprodurre gli alcaloidi dell’oppio a partire dalla tebaina, un prodotto intermedio della sintesi della morfina, per mezzo di enzimi prodotti dal Saccharomyces cerevisiae, il lievito utilizzato tutti i giorni per fare il pane e la birra. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Chemical Biology, si deve a un team di ricerca dell’Università californiana di Stanford e costituisce un primo passo importante verso la produzione biotech di oppioidi. Il processo prevede la bioingegnerizzazione del lievito, cui sono stati trasferiti cinque geni (tre provenienti dal papavero e due da un batterio che vive sullo stelo della pianta) che hanno reso il microrganismo in grado di compiere tutti i passaggi necessari per arrivare agli alcaloidi dell’oppio, partendo dalla tebaina ricavata dal fiore. Questo lavoro ha dato seguito a uno studio precedente, pubblicato nel 2008, in cui era stato prodotto un precursore della tebaina a partire dal lievito bioingegnerizzato. Per poter chiudere il cerchio e produrre la morfina biotech (replicando i diciassette step necessari per passare dal papavero alla morfina), gli scienziati dell’università californiana dovranno ora mettere insieme i due lavori e fare in modo che il Saccharomyces cerevisiae geneticamente modificato riesca a produrre oppioidi a partire dal solo zucchero come fonte di nutrimento. I ricercatori hanno messo in evidenza come questo lavoro potrebbe permettere, in futuro, di produrre scorte di farmaci oppioidi indipendentemente dall’abbondanza dei raccolti di papaveri, attraverso un metodo di produzione più sostenibile e più sicuro.

 

Fonte: http://www.galileonet.it/articles/53fefe2ba5717a74b9000041

http://www.repubblica.it/scienze/2014/08/25/news/morfina_prodotta_dal_lievito_gm_verso_gli_oppioidi_biotech-94434324/