Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Fondazione ANT: nel 2014 oltre 10mila malati oncologici assistiti gratuitamente a domicilio

29 Apr 2015

Fondazione ANT: nel 2014 oltre 10mila malati oncologici assistiti gratuitamente a domicilio

Sono più di 106.000 i malati oncologici che, dal 1985 a oggi, hanno potuto ricevere a casa propria e in maniera del tutto gratuita l’assistenza specialistica di Fondazione ANT, la più grande realtà non profit italiana in questo campo.
Lo rilevano i numeri del Centro Raccolta Dati ANT, che evidenziano la costante crescita dell’attività dell’ente. Solo nel 2014, le 20 équipe medico infermieristiche, i cosiddetti Ospedali Domiciliari Oncologici ANT, distribuiti in 9 regioni italiane, hanno raggiunto oltre 10.400 sofferenti, il 37% in più rispetto a dieci anni fa. In termini di tempo si tratta di 1.379.185 giornate di cura erogate nel solo 2014 a 4.281 assistiti ogni giorno (+6% rispetto al 2013) per una media di circa 133 giornate a paziente. La Puglia si conferma il bacino di utenza più ampio con i suoi 3.992 assistiti in un anno da 6 équipe sanitarie (per un totale di 39 medici), seguita dall’Emilia-Romagna, con 3 équipe multidisciplinari, 42 medici e 3.300 assistiti. Un forte impegno anche sul versante della prevenzione oncologica che nel 2014 ha visto la realizzazione di 104.000 visite nell’ambito di programmi di screening realizzati su tutto territorio nazionale: dai controlli ecografici della tiroide a quelli dermatologici, fino ai test per la diagnosi precoce dei principali tumori femminili. Il Presidente ANT, Raffaella Pannuti, ha invitato alla riflessione sulla necessità sempre crescente di dare risposte assistenziali ai bisogni delle famiglie, limitando al contempo la spesa a carico dello Stato. Mentre una giornata di assistenza domiciliare costa ad ANT meno di 30 euro e il periodo medio di assistenza è di 133 giorni, con questa spesa lo Stato copre a malapena 6 giorni di ricovero ospedaliero. Un modello organizzativo che integra sanità pubblica e non profit può rappresentare la strada giusta per generare un utilizzo migliore delle poche risorse disponibili. Grazie a uno staff complessivo di 251 fra medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, farmacisti e fisioterapisti che collaborano a titolo oneroso, affiancati da oltre 2.000 volontari, la Fondazione ANT assicura, a domicilio, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e supporto psicologico, per un benessere globale del malato e del suo nucleo familiare.

Fonte: http://www.ant.it/ancora-in-crescita-i-numeri-di-fondazione-ant-comunicato-stampa-crd-32015/