Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Dolore postoperatorio a 12 mesi dall’intervento per tumore al seno

14 Gen 2014

Dolore postoperatorio a 12 mesi dall’intervento per tumore al seno

Uno studio finlandese, recentemente pubblicato su Jama, mostra come il dolore postoperatorio che segue la rimozione chirurgica di un tumore al seno possa durare fino a 12 mesi dall’intervento.

Il dolore postoperatorio che segue la rimozione chirurgica di un tumore al seno può durare fino a 12 mesi dall’intervento. Lo rivela uno studio coordinato da Tuomo Meretoja della Breast Surgery Unit presso l’Università di Helsinki, recentemente pubblicato su Jama.

Il team di ricercatori finlandesi ha preso in esame prevalenza e intensità della sintomatologia dolorosa, cercando inoltre di individuare le cause maggiori di sofferenza cronica dopo chirurgia del cancro al seno e relativi trattamenti adiuvanti. L’obiettivo dello studio è quello raccogliere dati utili allo sviluppo di strategie preventive e terapeutiche migliorative, non solo per la prognosi, ma anche per la qualità di vita delle donne con tumore mammario.

L’indagine ha coinvolto 860 pazienti di età superiore ai 75 anni con neoplasia della mammella non metastatica, operate presso l’Helsinki University Central Hospital negli anni tra il 2006 e il 2010. A tutte le partecipanti è stato inviato un questionario di valutazione della presenza e della gravità del dolore percepito. A 12 mesi dall’intervento, sono stati raccolti i seguenti dati: il 34,5% delle intervistate non aveva algie, il 49,7% le aveva in forma lieve, il 12,1% lamentava una sofferenza di grado moderato e il 3,7% di grado intenso. I fattori di rischio più rilevanti sono risultati: le algie croniche preoperatorie in sede di intervento, la dissezione dei linfonodi ascellari, la depressione preoperatoria, la chemio e la radioterapia.

Il dolore che persiste a lungo dopo il trattamento chirurgico del cancro al seno rimane quindi ancora oggi una questione di estrema importanza clinica, a dispetto del continuo miglioramento delle opzioni terapeutiche.

I risultati di questo trial – hanno evidenziato gli autori – potranno fornire valide indicazioni per l’implementazione di strategie antalgiche atte a prevenire il dolore lasciato dalla chirurgia del tumore al seno. Saranno quindi necessari strumenti di valutazione del rischio per identificare le pazienti che potrebbero beneficiare di particolari misure preventive.

Fonte: Jama