Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Dolore cronico post mastectomia: l’utilità del blocco paravertebrale ecoguidato

30 Mar 2015

Dolore cronico post mastectomia: l’utilità del blocco paravertebrale ecoguidato

Una tecnica di anestesia regionale, definita blocco paravertebrale ecoguidato, in combinazione con la terapia standard, potrebbe evitare a una donna su 3 di sviluppare dolore cronico dopo una mastectomia. Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato sul sito del Saint Michael Hospital di Toronto e sulla rivista PainFino al 60% delle donne prova dolore cronico tre mesi dopo l’intervento chirurgico di mastecotomia e almeno la metà di queste ne soffre ancora dopo un anno, con pesanti ricadute sulla qualità di vita e la necessità di ricorrere ad antidolorifici. Il blocco paravertebrale eco guidato consiste nell’impiego di un anestetico locale per congelare i nervi nella zona del seno. Lo studio ha dimostrato come questa metodica, associata alla terapia standard con un anestetico generale, consenta un eccellente controllo del dolore subito dopo l’intervento e aiuti a ridurlo nel lungo periodo. Le donne sottoposte ai blocchi paravertebrali, sei mesi dopo l’intervento di mastectomia mostravano un rischio inferiore del 50% di sviluppare dolore cronico; è stata osservata, inoltre, un’importante riduzione del dolore neuropatico, il più comune in questa tipologia di pazienti. Quello neuropatico, a differenza del dolore convenzionale, incide sulla sensibilità con cui il paziente avverte gli stimoli dolorosi. Proprio per la valutazione di questa tipologia di dolore, nello stesso studio, i ricercatori hanno valutato e dimostrato l’attendibilità del test DN-4. Il DN-4 combina le risposte date a un’intervista con una valutazione fisica eseguita da un medico, e mette alla prova la sensibilità della paziente nelle quattro aree in cui il dolore post-mastectomia è probabile che si verifichi: seno, torace, spalla e braccio. Malgrado il significativo miglioramento dei tassi di sopravvivenza relativi al cancro della mammella, la gestione del dolore cronico successivo all’intervento chirurgico associato alla patologia non ha tenuto il passo. Il DN-4 potrebbe offrire ai medici uno strumento diagnostico affidabile per identificare questo dolore, monitorarne i progressi e misurare il successo del loro lavoro.

Fonte: http://www.pharmastar.it/?cat=23&id=17709