Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Curare il dolore: attenzione ad associazione alcol e paracetamolo

3 Dic 2013

Curare il dolore: attenzione ad associazione alcol e paracetamolo

Associazione alcol e paracetamolo, assumere dosi terapeutiche di paracetamolo, in concomitanza con quantità anche moderate di alcol, può comportare, in alcuni pazienti asintomatici, un aumento del rischio di disfunzione renale.

Questo è quanto rilevato da uno studio illustrato recentemente nel corso del Congresso annuale dell’APHA (American Public Health Association).

Il paracetamolo è un farmaco analgesico OTC molto impiegato nel trattamento del dolore. Quando viene utilizzato in modo improprio, superando le dosi raccomandate, può indurre nefrotossicità. Per quanto riguarda l’alcol, è risaputo come la sua assunzione possa influenzare l’azione delle proteine responsabili del processo di filtrazione renale. Questo può portare a conseguenze negative per il metabolismo del medicinale.

I ricercatori hanno quindi voluto indagare se e come quantità piccole o moderate di alcol potessero incrementare la nefrotossicità del paracetamolo, assunto secondo dosi terapeutiche. Per farlo, hanno analizzato i dati della nota survey USA NHANES (the National Health and Nutrition Examination Survey), relativi al biennio 2003-2004.

Sui 10.000 soggetti che hanno partecipato all’indagine, il 38,13% del campione assumeva alcol in quantità piccola o moderata, oltre il 5% impiegava dosi terapeutiche di paracetamolo e il 2,6% del campione assumeva simultaneamente farmaco e alcol nelle quantità sopra indicate. Dall’analisi dei dati è stato rilevato come l’assunzione concomitante di paracetamolo e di alcol fosse associata a un rischio significativo di disfunzione renale. Prese singolarmente, invece, né l’ assunzione di paracetamolo a dosi terapeutiche, né quella di alcol in quantità piccola o moderata avevano innalzato il rischio di nefrotossicità.

Questo studio fornisce un’utile indicazione a livello di appropriatezza prescrittiva. I suoi risultati, infatti, suggeriscono la necessità che i medici con assistiti affetti da dolore acuto e cronico informino i loro pazienti sui problemi renali ai quali potrebbero andare incontro con l’impiego simultaneo di alcol e di analgesici OTC a base di paracetamolo.

Pharmastar