Chiudi

Che cos'è il dolore

Il dolore fisico è dolore dell'anima: l'evoluzione del concetto di dolore ai giorni nostri.
Ascolta la lettura.

Marco Filippini

LA MIA ESPERIENZA
A DIFESA DEL MALATO.

Un sito per contribuire con informazioni, lavori clinici aggiornati, interviste a leader di opinione e le ricerche più recenti al raggiungimento degli standard medi europei in fatto di terapia del dolore, dolore cronico e cure palliative.



Lettura Dolore

Al via “38 volte basta!”, la campagna di Antea Onlus per l’efficacia della terapia del dolore

26 Nov 2013

Al via “38 volte basta!”, la campagna di Antea Onlus per l’efficacia della terapia del dolore

38 volte basta per accendere i riflettori sul fatto che, nonostante in Italia esista una Legge – la numero 38 del 2010 – che tutela il diritto del cittadino ad accedere alla terapia del dolore, nella maggior parte dei casi questa viene disattesa, i pazienti non la conoscono e i medici non la applicano come potrebbero o vorrebbero.

È questo l’obiettivo della campagna “38 volte basta!”, promossa da Antea Onlus,  l’Associazione che da oltre 25 anni nella capitale assiste i malati terminali. L’iniziativa è stata presentata a Roma nei giorni scorsi, alla presenza, tra gli altri, del Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti.

Esistono in Italia oltre 15 milioni di malati che soffrono di dolore cronico e di questi oltre 8 milioni in modo severo: la maggior parte di essi potrebbe beneficiare di sostanziali miglioramenti se ricevesse cure adeguate. Per questo Antea Onlus ha deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione attraverso un volantino con tutte le informazioni per accedere alle terapie del dolore, che sarà distribuito nelle farmacie del Lazio. Anche l’artista Eugenio Finardi ha contribuito all’iniziativa. Ha infatti dedicato ad Antea la tappa romana del suo tour, devolvendo all’associazione l’intero ricavato del concerto.

Inoltre, in occasione della presentazione della campagna Antea, Zingaretti ha annunciato il via libera a un decreto che avvia la rete di cure palliative e terapia del dolore nella Regione: un’importante novità per tutti i cittadini del Lazio alle prese con una forma di sofferenza cronica. “Purtroppo la Legge 38 del 2010, che garantisce l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore – ha spiegato il presidente Zingaretti – è una delle leggi disattese nel Lazio, dove i malati terminali sono 12mila, 10mila solo a Roma e appena un quarto ha assistenza degna di questo nome. Come si fa ad essere vicini a realtà come Antea? Con la coerenza. Abbiamo approvato questo decreto perché è giusto che i malati terminali o i cronici del dolore e le loro famiglie abbiano vicino qualcuno in questa condizione drammatica e poi perché questo addirittura conviene.”

Sanita.ilsole24ore.com